@ hedgehog94 / Shutterstock

Needling: cos’è, quanto dura, controindicazioni, per chi è indicato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il needling è un’innovativa tecnica per contrastare gli inestetismi della pelle attraverso l’induzione del ricambio cellulare. È perfetto se si vuole dare nuova vita a una particolare parte del nostro corpo o del nostro viso. Ma come funziona? Di seguito tutte le informazioni più utili!

Leggi anche: Dermaroller: cos’è, come funziona e come usarlo sui capelli

Needling: cos’è?

Anche chiamato microperforazione cutanea, il needling causa dei microtraumi cutanei grazie ad alcuni minuscoli aghi inducendo così la pelle a riparare il tessuto, stimolandone la produzione di collagene, acido ialuronico ed elastina. Il trattamento rende la pelle luminosa e compatta e inoltre ha il potere di ridurre le macchie cutanee e le piccole rughe, ma anche le cicatrici lasciate dall’acne giovanile.

Come si effettua il trattamento?

Come abbiamo detto, il needling viene effettuato mediante l’uso di dispositivi muniti di piccolissimi aghi che perforano la pelle; questi strumenti possono essere elettrici o manuali. Quelli manuali sono conosciuti come i Roller – dei rulli di lunghezza fissa dotati di microaghi; questi praticano un needling di tipo obliquo grazie al movimento del rullo stesso.

I dispositivi automatici ed elettrici, invece, hanno la forma di una penna dermica e la lunghezza degli aghi può variare per effettuare diversi tipi di trattamenti. Il tipo di needling effettuato da questi strumenti è invece di tipo verticale e rispetto a quello obliquo è meno doloroso per il paziente. Questi particolari dispositivi possono essere anche regolati in quanto a velocità.

needling

Foto: worldpharma.it

A chi è adatto il needling?

Il needling è indicato soprattutto per tutte le persone che desiderano eliminare piccole rughe, danni cutanei o macchie dovute all’esposizione solare o alle cicatrici dovute all’acne e alle iperpigmentazioni. Chi invece soffre di patologie cutanee attive o difetti nella cicatrizzazione farebbe meglio a tenersi alla larga da questo trattamento. Il discorso vale anche per le donne in gravidanza.

Controindicazioni

Al termine del trattamento, la pelle potrebbe risultare arrossata dalle due alle sei ore e a volte possono presentarsi piccoli edemi o micro sanguinamenti con annesse ecchimosi, soprattutto nella zona del viso. Ma tutte queste controindicazioni sono pronte a svanire entro i primi due/cinque giorni. Subito dopo il trattamento di needling sarà infatti possibile riprendere le proprie attività immediatamente.

Quanto dura l’effetto del needling?

Il needling dura, di norma, fra i due e i tre mesi, il periodo necessario alla formazione di nuovo collagene.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Anno 1992, ama nel profondo la bellezza. Grazie alla fusione del diploma all'Accademia di trucco cinematografico e la laurea in Cinema e Produzione Multimediale è riuscita a fare ciò che più ama: scrivere di makeup e tendenze
Se su Instagram?

Seguici anche sulla nostra pagina Instagram, migliaia di foto tutte per te!

Seguici su Facebook

Approfondimenti, rumors, scoop, indiscrezioni, guide, fotogallery, video e tanto altro ancora.